Blog psicologia
Dilemma morale

I dilemmi morali, per la persona, sono conflitti psicologici spesso molto difficili da affrontare, soprattutto quando le ragioni a favore o contro una determinata scelta sono bilanciate. Ad esempio: è giusto uccidere una persona per salvarne cento? Immaginate di trovarvi di fronte a questa scelta...

Quanto volte nella vita vi siete trovati di fronte ad una scelta? Tutti i giorni, ovvio! Poichè ad ogni istante ci troviamo di fronte a dei bivi: gelato o granita? Jeans o gonna? Film o uscita con gli amici? Tuttavia ci sono alcune scelte che da punto di vista emotivo si presentano più impegnative di altre poichè sono caratterizzate da un forte componente morale. L'esempio classico è chiedersi se sia giusto uccidere una persona per salvarne cento: immaginate di trovarvi concretamente di fronte a questa scelta (non nei videogames o nei commenti sui social network) e sarete pervasi da una notevole ansia!

Chiedi allo Psicologo!

A livello cognitivo i giudizi e le decisioni morali sono spesso guidati da risposte analogiche, tuttavia non è ancora perfettametne chiaro come il successivo ragionamento corticale possa portare le persone a cambiare le decisioni. In un recente studio, Stanley e colleghi (Stanley, Dougherty, Yang, Henne, De Brigard. 2018. "Reasons probably won't change your mind: The role of reasons in revising moral decisions", Journal of Experimental Psychology: General, 147(7), 962–987. http://dx.doi.org/10.1037/xge0000368) hanno chiesto a delle persone di prendere una decisione nell'ambito di un forte dilemma morale. Successivamente alle stesse persone sono state chieste valutazioni pro e contro la scelta. Alla fine è stata data la possibilità di cambiare la decisione in considerazione di quanto emerso. Complessivamente, pochi partecipanti hanno cambiato la decisione iniziale e hanno valutato le ragioni a sostegno della loro decisione iniziale in misura maggiore rispetto a quelle che sostenevano la decisione contraria. Questi risultati, dal punto di vista scientifico, suggeriscono che le decisioni morali siano resistenti alla revisione cognitiva e che le persone si impegnano in una valutazione parziale delle alternative disponibili e con lo scopo di affermare la loro reazione affettiva iniziale.

Dunque l'essere umano che deve scegliere tra il probabile bene e il potenziale male tende a "proteggere" la propria decisione istintiva. Questo è un po' inquietante se si pensa che alcune decisioni hanno conseguenze globali! In più la dimensione di tale conflitto potrebbe causare alla persona stati ansiosi crescenti fino al rischio della psicopatologia. Che fare dunque? Beh... se il dilemma morale è causa di forte disagio, certamente può essere utile chiedere consiglio ad uno Psicologo!

Dott. Giacomo Scuderi

INFORMAZIONI SULL'AUTORE DELL'ARTICOLO

Il dott. Giacomo Scuderi, Psicologo e Giornalista, si occupa di consulenza e sostegno psicologico per depressione, ansia, attacco di panico, disturbo ossessivo compulsivo, conflitti di coppia ed altre difficoltà. Effettua interventi di psicologia del lavoro, dello sport, per lo studente, per la disabilità; cura la realizzazione ed il coordinamento di progetti. Clicca qui per contattarlo.

CONDIVIDI QUESTO ARTICOLO

Giacomo Scuderi - MioDottore.it